Nel panorama variegato dei tappeti orientali, il tappeto cinese costituisce indubbiamente un mondo a sé. Ciò si evince facilmente da due caratteristiche immediatamente riconoscibili: l'uso di pochi colori su fondi largamente indecorati e l'utilizzo di motivi simbolici come parte integrante dello schema figurativo.

 

Una volta meno conosciuto rispetto al tappeto persiano, il cinese costituisce oggi un oggetto di ricerca richiestissimo sul mercato antiquario. Nei soli Stati Uniti esistono almeno cinque volumi di autori diversi dedicati esclusivamente all'argomento del "Chinese rug". I principali sono Gordon B. Leitch, "Chinese Rugs", Dodd, Mead & Co. New York 1926, e Murray L. Eiland, "Chinese and Exotic Rugs", New York Graphic Society, Boston 1976.

 

Tra gli autori europei cito il famoso H.A.Lorentz, che ha scitto un'opera fondamentale su questo soggetto, "A View of Chinese Rugs", Routledge e Kegan, Londra 1972, il quale diceva di avere impiegato vent' anni solo per raccogliere gli esemplari da pubblicare. Nel libro che raccoglie la nostra collezione, "Coen & Duncan", The Oriental Rug, Harper e Row, New York 1978, i tappeti cinesi hanno una parte fondamentale. Sono stati messi da parte trent'anni fa, sono ancora di nostra proprietà e chiunque li può vedere su appuntamento.

 

 

Submitting Form...

The server encountered an error.

Form received.